email marketing mailupTutte le evidenza di un anno di email marketing nel nostro Paese

L’anno passato l’email marketing in Italia ha registrato valori positivi, con una crescita del 35,7% dei tassi di apertura dei messaggi e un aumento del 37% dei clic totali. A fronte di un panorama tutt’altro che “fuori tempo”, le email sono ancora oggi un valido canale di comunicazione per raggiungere in maniera efficace i propri clienti.

social mediaLettere di moral suasion firmate dall'autorità e dalla Guardia di finanza a influencer e aziende: la pubblicità dev'essere sempre trasparente. Ingannevole per l'utente lasciar credere di agire in modo spontaneo e disinteressato se, in realtà, si sta promuovendo un prodotto

Articolato in sei capitoli, il testo enuncia principi generali e orientamenti operativi su temi quali viewability, brand safety e programmatic, grazie al lavoro congiunto di Upa, Assocom, Fcp, Fedoweb, Fieg, Iab, Netcomm e Unicom. «Adesione di massima» anche di Google e Facebook

Infografica EcommerceL’eCommerce B2B, ovvero l’uso di strumenti digitali nelle transazioni tra le imprese, nel 2016 in Italia raggiunge quota 310 miliardi di euro, con un incremento del 19% rispetto all’anno precedente. Si tratta di un valore significativo, anche se ancora marginale rispetto agli scambi complessivi tra le imprese: rappresenta infatti appena il 14% del totale delle transazioni B2B in Italia, pari a 2.200 miliardi di euro.

Consumer Research Process1Analisi del potere dei social influencer sul processo d'acquisto al giorno d'oggi.

Che i social media abbiano rivoluzionato il modo in cui i consumatori valutano e acquistano prodotti e servizi non è di certo una novità.

Ma quali sono i fattori chiave che hanno portato a questo stravolgimento?

I brand italiani che valgono di piuIl brand italiano più forte è Ferrari, quello che vale di più è Eni. Ferrari è anche il secondo brand per incremento di valore ed Eni quello che è cresciuto di più in termini di forza. Una partita a due quindi? Non proprio, perché lo scenario delle marche italiane è variegato, ma è una partita dove i protagonisti di spicco appartengono a pochi settori, primi fra tutti il lusso, l’auto e le utilities.

Demopolis1Cresce nettamente in Italia la fruizione della Rete. A sottolinearlo i risultati che emergono da uno studio condotta dall’Istituto Demopolis su un campione rappresentativo della popolazione italiana con più di 15 anni nel mese di maggio. Secondo l’indagine i cittadini che accedono oggi ad Internet sono passati dal 29% del 2006 al 48% del 2012, sino al 67%, con un incremento di quasi 20 punti percentuali negli ultimi 5 anni.

television advertisingSecondo uno studio di Accenture, nel 2019 la tv arriverà a raccogliere 524 miliardi di ricavi, con una crescita media annua del 4,5%. Ma nuove sfide si aprono per i broadcaster, tra distribuzione e produzione dei contenuti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi altre informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione