rapporto censis sulla comunicazione 2017 620x349Il Rapporto Censis sulla comunicazione 2017 fotografa le abitudini e i consumi mediatici degli italiani. Ecco i principali risultati

Gli italiani sono sempre più convinti frequentatori della Rete: è questo l’insight più macroscopico del Rapporto Censis sulla comunicazione 2017.

instant articles mobileA breve partiranno i test su due modelli di abbonamento per gli Instant Articles, il paywall e la modalità freemium, in cui potrebbero essere coinvolti anche editori italiani. Annunciate misure anti fake news nel nostro Paese

lavoro social networkA Umberto Eco in molti non hanno perdonato la frase sulle legioni di imbecilli sui social a cui non dar diritto di parola. Cosa intendeva?

C’è una ragione più delle altre per cui anche chi non ne conosce bene vita, opere, pensiero ricorderà Umberto Eco: le “legioni di imbecilli sui social” da cui mise in guardia durante il discorso per il conferimento, nel 2015, di una laurea honoris causa da parte dell’Università di Torino.

Rapporto Industria Quotidiani1Lieve ripresa della pubblicità (+1,7%). I dati del rapporto Asig-Fieg (INFOGRAFICHE).

Il biennio 2015-2016 si chiude con un calo complessivo della diffusione dei quotidiani di poco inferiore al 20%.

comunicazione farmaceuticaCome costruire un'efficace comunicazione farmaceutica? Sicuramente senza rinunciare alla presenza digitale e ad un sito.

Quando in gioco ci sono informazioni che riguardano la propria salute, la fonte a cui ci si affida più di frequente, immediatamente dopo il medico, è il web: a dirlo è uno studio sulla comunicazione farmaceutica in Europa che dimostra anche come i siti di farmacie, case farmaceutiche e aziende del settore siano più consultati addirittura dei farmacisti in carne e ossa.

spot buondi motta asteroideAnche male, purché se ne parli, diceva un politico della Prima Repubblica. Ma - come dimostra il celeberrimo caso che ha fatto scuola nelle digital pr di Eni vs. Report - oggi la reputazione vale invece, almeno, tanto quanto la notorietà. Sulla notorietà riservata allo spot del Buondì Motta non ci è dubbio, vista l'eco mediatica ricevuta che sembrerebbe confermare che l'advertising è efficace quando è in grado di affrontare la sfida di stupire utilizzando armi non convenzionali (o quasi). Il dibattito resta tuttavia aperto sulla sua effettiva efficacia.

Youtube advertisingCome integrare YouTube e i video in un piano di web marketing mix? Come far convivere i video broadcast e i video online? Alcuni consigli

In che modo YouTube può essere incorporato in una strategia di digital marketing?

marketing olfattivoIl marketing olfattivo sfrutta i profumi in negozio per influire sul comportamento d’acquisto: ecco best practice e consigli degli esperti.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi altre informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione